Marghe e il Galles

by

Riprendo un commento di Marghe a uno dei nostri post perché è bello avere testimonianze dirette di persone che sono entrate in contatto con questo movimento in altri paesi:

Complimenti. Mi commuove e mi riempie di energia positiva ciò che state facendo. Ho vissuto per qualche mese in Galles quest’estate e concetti come “transition town”, “peak oil”, “climate change” non solo erano ogni giorno sulla bocca di tutti con estrema consapevolezza, ma anche insite nelle azioni quotidiane delle persone che ho conosciuto. A partire dalla vita personale, per continuare nel lavoro (a volte quasi una missione), fino a semplici comportamenti quali il mangiare, il viaggiare, il consumare, il gettare…abbandonando il superfluo, il bisogno fittizio, lo spreco, l’indifferenza e il non mettersi in discussione, che tanto ci stanno facendo perdere il senso del senso. Tutto era instriso da un profondo senso di ETICA. Ecco, ecco il senso che sta scomparendo, sostituito dall’assolutezza di discutibili principi altri. Paradossalmente, chi è rimasto più indietro è molto più avanti. E tutto si riscopre, ancora una volta, relativo.

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: