Idee: i Boschi di Natale

by

Questa idea mi è venuta grazie (o per colpa, poi decidete con comodo) di un post sulla nostra piattaforma Ning (uno spazio di social networking riservato agli iniziati della Transizione).

L’idea

In ogni comunità ogni Natale si acquistano alberi che, nella maggior parte dei casi, una volta utilizzati vengono distrutti (compostati quando va bene, semplicemente smaltiti in molte altre realtà).

Come la permacultura insegna, mi sono soffermato a osservare il ciclo degli alberi di Natale e mi pare di notare che si presterebbe molto bene alla creazione di un bel circuito virtuoso.

Ecco cosa propongo di fare per il prossimo anno:

  1. Potremmo cercare di convincere i vivai della zona a coltivare o acquistare alberi di Natale in vaso (con belle radici funzionali) e che, dopo l’uso, possano essere trapiantati a terra (e sopravvivere).
  2. È molto importante che siano alberi di specie che è possibile inserire nel contesto naturale locale. Molte specie di abete sono proibite qui, quindi magari lanceremo la moda dei peri di Natale, roverelle di Natale, noci di Natale, cachi di Natale ecc. (chiederemo agli esperti)
  3. Assieme al Parco e al Comune cercheremo un terreno adatto al rimboschimento che accoglierà gli alberi anno dopo anno, diventando nel tempo il nostro “Bosco di Natale”.
  4. Sarà un bosco spiritualmente felice perché accoglierà i ricordi e i momenti allegri delle feste e sarà una magnifica eredità per la comunità stessa, per i nostri figli. Pensate quando, tra 30 anni, andranno a visitare l’albero di natale sotto cui avevano trovato la prima bicicletta.

100 alberi all’anno

Credo che potremmo piantare agevomente ogni anno almeno 100 nuovi alberi. In questo modo il piccolo costo sostenuto da ogni famiglia  per l’acquisto dell’albero di Natale (un costo che già oggi sostiene senza alcun frutto) alimenterà l’economia locale, contribuirà alla nascita di un bosco, che fisserà la co2, riqualificherà il territorio, fornirà biomassa, favorirà la biodiversità, ricostruirà la ricchezza del suolo ecc.

 

Una foresta edibile

Se poi accettiamo l’idea di fare Natale anche con alberi di varie specie, oltre ad avere un bosco, avremo un bosco edibile, un importante fattore di resilienza per la nostra comunità (castagni, carrubi, noci, noccioli sono vere e proprie banche alimentari).

Un idea che si può diffondere

Mi pare inoltre un modello così semplice, divertente e a basso costo che le probabilità che si diffonda sono alte. E questo non può che far bene viste le cattive notizie sul clima che gli scienziati stanno diffondendo.

Una grande festa

Naturalmente questa sarebbe anche una bella occasione perché la comunità si ritrovi, quindi direi che nel mese di gennaio o di febbraio si dovrebbe organizzare una grande festa per piantare gli alberi tutti assieme.

Un bosco diffuso

Per chi non avesse un terreno unico su cui sviluppare l’operazione (nelle aree urbane ad esempio) sarebbe possibile invece creare un “bosco diffuso” piantando gli alberi in aree pubbliche che ne sono prive.

Quando?

Direi che il prossimo Natale (2009) si potrebbe fare tutto questo con una adeguata preparazione, ma forse… chi ci impedisce di piantare i primi 10 alberi quest’anno (intendo dire subito dopo Natale 2008)?

Proviamo?

Annunci

Tag: , ,

6 Risposte to “Idee: i Boschi di Natale”

  1. Giuseppe Bruni Says:

    Trovo che sia una splendida idea, che come ogni idea vada opportunamente sviluppata e strutturata per trovare applicazione concreta.
    Suggerirei di parlarne con gli agronomi del Parco per trovarne i termini agro-silvicoli di applicabilità e, se è praticabile sotto quel profilo, di avviare un circuito di coinvolgimento dell’ambito istituzionale cui ci si intende riferire (solo Comune di Monteveglio? altri Comuni soci del Parco?) e poi dare il via ad una piccola campagna di sensibilizzazione. Fin d’ora, che l’argomento è all’ordine del giorno e le sensibilità più acute, per il prossimo anno.

  2. Cristiano Says:

    Sì, sì parliamone con gli agronomi… facciamo un bell’incontro prenatalizio con te e pandoro con tutti quelli che vogliono venire a fare festa e a progettare il Bosco di Natale?

  3. laura salaris Says:

    Mi sembra un’ottima idea. Alessio, mio marito, che ha fatto scienze forestali e si intende di alberi, potrà certamente indicare le specie più adatte ai vari climi. Mi piace anche per la dimensione spirituale e conviviale. Può essere anche un modo per garantire un presido nelle residue aree verdi fuori o all’interno delle città, e far comprendere alle varie amministrazioni più o meno “distratte” che quelle aree, lungi dall’essere “non utilizzate”, come loro tendono sempre a dire, in realtà sono utilizzate benissimo e non vanno toccate. (Dato che loro hanno sempre mille diavolerie in capo quando si tratta di distruggere gli ultimi lembi di natura vicino alle città).

  4. Anna Pedrini Says:

    Bell’ l’idea degli alberi di Natale. Potrebbero anche avere un nome. O è troppo impegnativo?

  5. Raffaella Says:

    Questa è un’idea semplicemente fantastica! Io sn di Roma e casualmente ho letto di un municipio che quest’anno ha deciso di raccogliere gli alberi comprati dalle famiglie per piantarli in un appezzamento di terreno…
    l’unica cosa è che hanno scelto un periodo ed un orario di consegna un pò impossibile per chi lavora: dal 7 gennaio, (giustamente alla fine delle feste) dalle 10 alle 13, spero sia anche nel w.e.;

    difatti realizzare questa attività a Roma è un pò delicato perché bisogna che nel municipio ci siano consiglieri sensibili , ci sia lo spazio per poterli piantare (ma questo è direttamente proporzionale all’interesse a farlo) e ci siano le persone che lo fanno. I cittadini sarebbero pure propensi!!

    Grazie dell’idea ora provo ad informarmi!

  6. Incontro Gruppo Guida « Monteveglio Città di Transizione Says:

    […] in merito al progetto del Bosco di Natale dal Parco sono arrivati segnali molto […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: