Gentilini: 166 anni per smaltire il piombo

by

Una delle tante notizie che ci ha dato Patrizia Gentilini questo venerdì è che un neonato ha bisogno di 166 anni di tempo per liberarsi del piombo che assorbe dalla madre. E voi direte, ma nessuno vive così a lungo. Infatti.

L’inquinamento si sta accumulando nei nostri corpi e si trasmette di generazione in generazione: se questo è lo sviluppo e il progresso di cui tanto si parla, se queste sono le conseguenze della crescita di cui tanto si invoca la ripresa, bah…? Non mi paiono cose a cui aspirare.

Patrizia venerdì a cercato di spiegarci come il cocktail micidiale di sostanze di sintesi che abbiamo immesso nell’aria negli ultimi 60 anni stia modificando il nostro epigenoma, addirittura già in fase fetale. La conseguenza è che nasciamo già ammalati o con la predisposizione a sviluppare malattie che una volta quasi non esistevano.

Se volete un’idea di ciò di cui abbiamo parlato, potete scaricare a questo indirizzo (il download rimarrà attivo per circa 30 gg) il file con le slide. Senza le spiegazioni di Patrizia magari non è molto utile, ma vi può dare qualche indicazione di quanto la situazione sia paradossale.

PATRIZIA TORNERA’

Pensiamo che i presenti abbiamo ben colto l’importanza del tema e quanto questo sia indissolubilmente collegato a tutto quanto concerne la nostra vita. Credo che chi c’era abbia capito sin dai primi minuti che è semplicemente impossibile pensare di andare avanti così (se state leggendo e avete commenti, consigli, ecc. per favore trovate l’energia per scrivere).

L’incontro però è stato interrotto per un disguido tecnico e siamo rimasti d’accordo di ripeterlo. I presenti hanno detto “il prima possibile” e vedremo che si può fare.

LE SOLUZIONI CI SONO

Venerdì 10 parliamo invece delle soluzioni praticabili da subito per difendersi dai rischi di vivere in un pianeta non più molto adatto alla specie umana. Abbiamo però un dubbio. Il venerdì sera è una buon momento o vi mette in difficoltà, preferireste spostare? Fateci sapere che vediamo di organizzare di conseguenza.

QUESTI ARGOMENTI TI SPAVENTANO

Qualcuno ci ha detto di essere spaventato da questo tipo di tematiche e comprendiamo molto bene questo stato d’animo.

Purtroppo non c’è un modo totalmente indolore di apprendere certe verità che normalmente sono negate o quanto meno poco presenti. D’altro canto, fino a che non ci si confronta con questi temi non si può pensare di cominciare a risolverli. E qui viene il bello, dopo un po’ di preoccupazione si può cominciare a guardare oltre e quello che si può immaginare è qualcosa di molto più piacevole della situazione attuale. Abbiamo tutto quel che serve e anche di più, ci manca solo la volontà di farlo.

C’è inoltre il vantaggio di non essere soli, chi si occupa di Transizione, ad esempio, ha generalmente già passato e superato il disagio che si prova nel momento in cui si aprono gli occhi su certe scomode verità che la realtà ci presenta. Con noi quindi si può parlare di tutto e confrontarsi con qualcuno “che ci è già passato” spesso è molto utile.

Insomma, noi siamo qui anche per questo.
Per informazioni sul prossimo incontro con Patrizia Gentilini seguite il blog.

Tag: , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: