Coltivare senza impoverire la terra.

by

Il vero protagonista di questo fine settimana è stato il sovescio, Stefano ci ha insegnato come osservare un terreno e come  arrivare ad avere raccolti abbondanti lavorando con e non contro la natura, come gestire le erbe spontanee e i patogeni semplicemente aiutando le piante a dare il meglio. L’uso dei sovesci, sia in campo che nell’orto di casa, può veramente cambiare la terra e il raccolto che può fornirci.

Abbiamo inoltre avuto un assaggio di quello che può fare lo straordinario duo Debora/Alessandra dell’Associazione Seminando… se siete curiosi non perdete la prossima puntata.

3 Risposte to “Coltivare senza impoverire la terra.”

  1. Laura Says:

    Quando verrà riorganizzata un’altra famigerata “prima lezione introduttiva”, così da poter partecipare anche a tutti questi altri incontri di cui leggiamo sempre con tanta invidia?
    Grazie e un saluto,
    Laura

  2. Davide Says:

    Cara Laura, l’anno prossimo organizzerò le cose in modo diverso, anche perchè è il momento di inserire nuove meravigliose iniziative, non tutte permaculturali, ma altrettanto importanti e interessanti.

  3. thomas tosco Says:

    ciao davide. siccome questi argomenti mi interessano- a breve ‘inaugurerò’ un giardino, dove andrò a stare- come trovo come applicarli? c’è una persona, un sito? posso venire anche a bologna, una volta, abito a rimini…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: