Principi per lo statuto di Valsamoggia

by

AssembleaCostituente

Dopo il primo incontro ci vediamo venerd’ 24 alle 20:45 sempre a S. Teodoro (parliamo di questo) per cominciare a lavorare sulle proposte da portare all’Assemblea Costituente.

Il clima della prima riunione dell’Assemblea (foto sopra) è stato incoraggiante, fortunatamente sembra ci sia la disponibilità di tutti a lavorare per la costruzione di uno statuto condiviso e anche quelli che in un primo tempo sembravano volerne stare fuori, sono ora parte del processo.

Mi pare un’ottima notizia, vediamo come procederà e nel frattempo proviamo a buttare giù qualche idea. Come avevo promesso nel nostro incontro precedente, ho preparato una traccia che ho fatto girare via email e riporto anche qui, così se qualcuno che legge ha qualche idea geniale…

Mi sono concentrato, per prima cosa, sul tema “ecologico”, poi procedo su quello della democrazia deliberativa e sulle nuove forme di collaborazione tra amministrazione e cittadini. A questo proposito mi ha fatto molto piacere sentire che in Assemblea è stato proposto Rodolfo Lewanski come membro del Comitato Scientifico, così come mi è dispiaciuto che nello stesso comitato non ci sia nessuno che possa maneggiare il tema delle risorse, un po’ un peccato.

Ecco la prima traccia…

PRINCIPI PER LA GESTIONE DEL TERRITORIO E DELL’ECONOMIA

Mi sono ispirato molto liberamente a un documento UNDESA (United Nations Division for Sustainable Development) che cerca di dare una definizione del concetto di Green Economy attraverso un’esplorazione di vari studi e documenti emersi nel tempo a livello internazionale.

Il titolo del documento è “A Guidebook to the Green Economy – 2: exploring green economy principles” purtroppo è solo in inglese, ma potete scaricarlo gratuitamente. Tra la grande quantità di materiale disponibile, mi sembra utile perché si tratta già di un lavoro di esplorazione orizzontale ed è focalizzato sulla sintetizzazione dei concetti chiave. Da qui poi ho lavorato sulle cose che mi piacevano di più e ho aggiunto quello che mi pare stare bene in uno statuto comunale.

Ecco cosa mi è venuto fuori:

Il Comune di Valsamoggia adotta questi principi guida per la gestione della relazione tra risorse del territorio ed economia.

[mi piace l’idea di legare indissolubilmente economia e risorse]

Principio di Integrità del sistema Terra
Il Comune di Valsamoggia intende il proprio Territorio come l’ambito geografico, fisico e biologico affidato alla comunità e lo riconosce come parte indissolubile del sistema della biosfera e delle risorse terrestre.

[l’idea sarebbe, lo amministro io, ma mi rendo conto che è di tutti e quando dico tutti dico TUTTI – o, se volete, siamo consci che quello che facciamo qui ha conseguenze ovunque ]

Principio del rispetto dei limiti
Il Comune di Valsamoggia è consapevole che lo sviluppo delle attività umane è dipendente dalla qualità degli ecosistemi che lo sostengono a livello locale e globale, che esistono limiti di sicurezza (Planetary Boundaries) ormai ampiamente riconosciuti che non devono essere superati e che ciò pone inevitabilmente dei limiti alla crescita economica quando questa è basata sul consumo delle risorse e produce rifiuti e sostanze inquinanti.

[questo mi pare si capisca senza bisogno di ulteriori commenti, si tratta del recepimento del concetto di Limiti della Crescita (LTG).  Per chi non conoscesse questi temi e volesse approfondire – piccola sintesi in italiano su questo testo e il suo senso qui – dello stesso autore “La Terra Svuotata” o di Jögen Randers invece “2052” che è in italiano ]

Principio di continuità
Una economia sicura e sostenibile non può che rispettare i limiti del pianeta partendo dall’azione locale e tenendo conto del contesto globale. È perciò compito del Comune:

– prevedere l’individuazione di obiettivi a lungo termine che mantengano la comunità entro i limiti di sicurezza ambientale e tendano all’eccellenza della qualità dell’ambiente;

– creare le condizioni e gli strumenti per perseguirli in modo stabile e con continuità, indipendentemente dal susseguirsi dei mandati amministrativi.

[Recepimento della concetto di logica GLOCALE, e impegno alla programmazione di lungo termine indipendente dal segno e dall’alternarsi delle amministrazioni. Nelle mie intenzioni getta le basi di per accordi e programmi di lunga durata simili a quelli sviluppati a Växjö in Svezia]

Principio di resilienza
Diversità e diversificazione sono le precondizioni per perseguire lo sviluppo di un modello economico resiliente, sostenibile e prospero.

[Recepimento del concetto di resilienza di sistema… lo dice pure Obama e quindi…]

Principio di consapevolezza
Il Comune di Valsamoggia riconosce l’importanza e la necessità di sviluppare e conservare nel tempo un alto livello di consapevolezza di ogni componente della comunità rispetto alla preservazione della qualità ecosistemi da cui dipendiamo e della corretta gestione delle risorse locali, nazionali e globali.

[recepimento dell’idea che se non condividiamo tutti una visione realistica degli scenari in cui operiamo difficilmente troveremo le soluzioni reali o saremo pronti per il futuro… al momento siamo lontanissimi da questa condizione]

Principio di priorità ed equità
Il Comune si impegna a sviluppare la propria capacità di provvedere alle risorse fondamentali e prioritarie della comunità riducendo la propria impronta ecologica su altri territori e contesti sociali. In particolare le necessità di acqua, cibo, rifugio ed energia devono trovare risposte prioritarie nelle risorse del territorio, valorizzando un’economia di base equilibrata con le risorse disponibili. Ciò non a preclusione di ogni altro livello economico possibile, ma a garanzia delle condizioni minime di equa soddisfazione delle necessità di ognuno.

[In base a un principio di questo tipo si possono ricostruire agenda e priorità territoriali, ridare il giusto peso e significato all’agricoltura e alla produzione di cibo, ricostruire mercati fondamentali attualmente scomparsi, ecc…]

—–

Quindi venerdì sera cominciamo ad elaborare e vediamo come evolverli, cambiarli, aggiungere, togliere, ecc. Anche l’idea di enunciarli come principi è solo un’idea, mi pare possa funzionare, ma non so… parliamone.

PRINCIPI PER L’EVOLUZIONE DEMOCRATICA?

Qui faccio per il momento solo alcuni accenni perché non ho ancora avuto tempo di ragionarci con calma. Così di primo acchito penso che la partecipazione dei cittadini dovrebbe essere prevista, in qualche modo, come capitolo di bilancio. Così come il Comune sa di dover curare le strade, i servizi, ecc. deve prevedere in bilancio un fondo adeguato per i processi di partecipazione (non so se questa sia una cosa esprimibile attraverso lo statuto).

La seconda cosa è che la forma partecipativa che più sembra avvicinarci al percorso di raggiungimento del famoso “bene comune” è al momento quella in forma deliberativa. In particolare, con questo approccio si cerca di superare la logica del conflitto e si creano le condizioni per lo sviluppo del pensiero collettivo (quello più efficace nel trovare soluzioni valide e proteggere l’equilibrio nelle scelte).

Se il tema non vi è noto c’è in rete un piccolo articolo proprio di Lewanski che può aiutare, qui un’altro di Luigi Bobbio molto utile a un’inquadramento generale. Poi ovviamente ci sono centinaia di testi accademici, io ho guardato “Deliberative Democracy and Beyond: Liberals, Critics, Contestations” che aiuta bene a capire lo stato dell’arte.

Detto tutto questo, e sapendo che poi il modello della democrazia deliberativa non piace a nessuna delle forze politiche attuali perché tende a disattivare molti meccanismi consueti della logica dei fronti contrapposti, potremmo dotarci di questi strumenti per avere qualche ulteriore capacità di interazione tra amministratori e amministrati? Credo di sì.

Ci vediamo venerdì.

Una Risposta to “Principi per lo statuto di Valsamoggia”

  1. Statuto e costituente | Monteveglio Città di Transizione Says:

    […] https://montevegliotransizione.wordpress.com/2013/05/20/principi-per-lo-statuto-di-valsamoggia/ […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: